L'ARCHIVIO STORICO TONO ZANCANARO DONA AL COMUNE DI TROINA DIVERSE OPERE D'ARTE CONTEMPORANEA

L'ARCHIVIO STORICO TONO ZANCANARO DONA AL COMUNE DI TROINA DIVERSE OPERE D'ARTE CONTEMPORANEA

Ben 109 opere uniche, 29 incisioni in cavo, una significativa raccolta di opere litografiche e diverse monografie e cataloghi relativi a Tono Zancanaro, nonché 22 serigrafie di Nando Celin, 14 opere grafiche di Albino Palma, 10 acqueforti di Gianpaolo Berto e 2 acqueforti di Domenico Difilippo. A tanto ammonta la generosa e prestigiosa donazione con cui l’Archivio Storico Tono Zancanaro, tramite il suo responsabile, professor Manlio Gaddi, ha voluto omaggiare il Comune di Troina per il suo nascente Museo Civico d’arte contemporanea. L’Archivio, con sede a Padova, da anni è impegnato nella diffusione della vita e delle opere del maestro Antonio Zancanaro, il noto pittore ed incisore nato e vissuto nella città veneta tra il 1906 ed il 1985, famoso per la sua vasta e poliedrica produzione artistica, maturata nell’ambito del realismo. "Il nascente Museo d'arte contemporanea di Troina – dichiara il sindaco Fabio Venezia - , è ben lieto di accogliere nella propria collezione le opere di un grande artista che ha segnato la storia dell'arte italiana del Novecento. Tono Zancanaro, legato da rapporti di amicizia e collaborazione con personalità del calibro di Mino Maccari, Renato Guttuso, Alberto Moravia, Elsa Morante, Carlo Levi, Antonino Uccello, Leonardo Sciascia, Elvira ed Enzo Sellerio e Ignazio Buttitta, ha dato voce ad un'arte militante in grado di esprimere, al di là degli aspetti estetici, nobili valori di un vissuto denso di impegno civile”. Le opere di Tono Zancarano andranno dunque ad incrementare la già corposa collezione che sarà allestita all’interno dei locali dell’ex convento del Carmine, che ospita già, tra gli altri, le donazioni di noti artisti italiani come Pippo Caruso, Angelo Cassia, Domenico Difilippo, Cesare Di Narda, Giovanni Migliara, Sebastiano Milluzzo, Nunzio Sciavarrello, Paolo Scirpa, Armando Tantillo, Togo, Nunzio Urzì, Girolamo Ciulla, Mario Bionda, Alessandro Maio, Mario Borgese, CorradoIozia, Marco Catellani, Domenico Gabbia, Filippo Scimeca, Luca Bonfanti, Giacomo Cuttone, Cristiano Plicato, Alberto Venditti, Alberto Gallingani, Michela Fragale, Salvo Monica, Barbara Pietrasanta, Nicola La Francesca, Enzo Angiolini, Guido Cannizzo, Cateno Sanalitro, Massimiliano Gabbia, Antonio Delluzio, Felice Martinelli, Francesca Scalisi e molti altri. L’amministrazione comunale, da sempre impegnata nella valorizzazione dei beni culturali pubblici e privati del territorio per promuovere un modello di sviluppo fondato sul rilancio culturale e turistico della città, ha infatti istituito il Museo d’arte contemporanea, per raccontare, attraverso la pittura, la scultura e la grafica, la storia delle arti visive del Novecento in Italia. Il Museo, grazie alla sapiente e nobile guida del suo comitato scientifico, composto dal professor Paolo Giansiracusa dell’Accademia di Belle Arti di Catania, dal professor Filippo Sciemeca dell’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano e del professor Domenico Difilippo dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha già riscontrato l’entusiasmo e l’adesione di importanti artisti di fama nazionale e internazionale.

Pubblicata: 15/07/2021 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: